Missione Archeologica Italiana in Anatolia Centrale (MAIAC)

L’ Area B: un edificio di Età Tarda

Nella porzione orientale della terrazza, l’indagine geofisica ha permesso di identificare un edificio di forma rettangolare che si estende su una superficie di 710 mq.

L’apertura di un quadrato di 5x5 m ha permesso di assegnare la struttura a una fase tarda di occupazione del sito. Poco sotto la superficie, sotto un deposito di terra rimaneggiata da lavori agricoli, sono apparsi i muri a secco in bella tecnica in pietra di un vano quadrangolare, databile in via preliminare al periodo tardo romano, per la presenza di tegole e abbondante materiale ceramico. Due fasi costruttive sono state portate alla luce oltre a un livello più antico di occupazione ma appartenente sempre a un orizzonte tardo. Il vano, con il suo edificio, si correla cronologicamente e per la tecnica architettonica a un ambiente venuto alla luce nel 2014 in un quadrato immediatamente a nord del monticolo, a ovest dell’area A.